Pochi mesi dopo, venne conquistata la Supercoppa italiana con un sonante 5-1 sulla Juventus di Maifredi. E l’estate si fa ancora più calda, Diego oscura il cielo col suo Grande Sgarbo, pesante come lo schiaffo di un figlio. Moggi è capace di prevedere il futuro, non fu capace di far cambiare idea a Ferlaino che portò quella splendida imbarcazione alla deriva. Oggi sono trent’anni dal secondo e ultimo scudetto vinto dal Napoli. Io penso di si, ieri l'inter ha perso contro il parma 2-0, e non diciamo che è stata colpa della champions per lo shalke, perchè si sapeva che non potevano competere con lo shalke 04. Enjoy the videos and music you love, upload original content, and share it all with friends, family, and the world on YouTube. Secondo il Movimento 5 Stelle, nella ... Pier Luigi Bartoletti, ... Milan e Inter rispondono alla Juve, la corsa scudetto è a 3. Sign Up. Il tecnico nerazzurro in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Napoli ha annunciato l'indisponibilità di Sanchez e Vidal. FOTO Jump to. In quel caso il Giudice Sportivo decise di dare la vittoria a tavolino al Napoli, facendo infuriare tifosi e dirigenti rossoneri. Anno Maradomini. Ma questo si può dire che ha influito sul campionato. PASSATO, PRESENTE E FUTURO – Il 29 aprile del 1990 si giocò l'ultima giornata del campionato e il Napoli sfidò in casa la Lazio che fu battuta per 1 a 0 (grazie al gol di Baroni) e come 3 anni prima Napoli e i napoletani impazzirono di gioia. Scuola & Formazione; Sport; Sport . All’epoca i giocatori erano schiavi delle società, non come oggi. Probabili formazioni Napoli Torino, Serie A: diretta tv e notizie alla vigilia su moduli e titolari per la partita attesa domani sera allo stadio Maradona. Una settimana dopo, battendo 1-0 la Lazio al San Paolo, Maradona vince, con la fascia al braccio, il secondo scudetto. È l’anno dello Scudetto di Maradona. Contro la Fiorentina che in quel periodo aveva come punta di diamante un certo Roberto Baggio, la micidiale formazione del Napoli da scudetto era così composta: in porta Claudio Garella, in difesa Giuseppe Bruscolotti, Moreno Ferrario, Alessandro Renica e Giuseppe Volpecina, a centrocampo Francesco Romano, Salvatore Bagni, Fernando De Napoli e il mitico Diego Armando Maradona, … Ferlaino trattenne Maradona contro il suo volere e decise che il Napoli sarebbe affondato con Diego. Diego Armando Maradona . L'abbraccio tra gli azzurri e Rino Gattuso. Fu uno spartiacque nel tifo napoletano. Secondo voi solo Milan e Napoli lottano ancora per lo scudetto? Come lo fu anche quella del 1989. Con due pareggi e due sconfitte. Per inviarci segnalazioni, foto e video puoi contattarci su: Fanpage è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n. 57 del 26/07/2011. Sulla lotta scudetto : "Le possibilità del Napoli sono ridotte al lumicino. Kapadia, nel suo bellissimo documentario che potete trovare su Netflix. Juve Napoli, il destino - scudetto in 90': dentro o fuori Scritto da La redazione Sabato, 21 Apr 2018 - 0 Commenti. Il 29 aprile 1990 un gol di Baroni … Dall'archivio Guidone, un reperto storico delle interviste in strada di Tele A per il secondo meraviglioso scudetto… Guidone presenta: Secondo scudetto del Napoli - DOCUMENTO IMPERDIBILE!!! Questi riuscirono a conquistare il secondo (e finora ultimo) Scudetto della storia del Napoli dopo che, 3 stagioni prima, venne vinto lo Scudetto numero uno. Il Milan è da Scudetto secondo Fabio Capello, che mette anche il Napoli in corsa per il tricolore. E quel che accadde durante il campionato 1986-87 rappresenta quanto più in simbiosi vivano questi mondi, fondendosi sempre di più in un unicum inscindibile. Diego cominciò a giocare come sapeva, soltanto quando sentì l’odore del sangue, quando capì che il Milan di Sacchi non aveva più. Da allora più dolori che gioie per i tifosi azzurri che però sognano di tornare ai fasti di un tempo. Le luci del golfo abbagliano, i vicoli traballano sotto il brontolio del Vesuvio, la città sfiora l’azzurro del cielo: Napoli è sempre Napoli. Sessantuno anni dopo la sua fondazione, il Napoli allenato da Ottavio Bianchi ha ottenuto il suo primo scudetto vincendo tutte le partite in casa e subendo solamente tre sconfitte in tutto il … Quote scudetto, secondo i bookmakers, il Napoli ha il doppio delle possibilità rispetto ad inizio stagione Calcio News By Alessandro Sacco il Nov 30, 2020 - 17:53:23 Mille giorni, due campionati per far pensare alla gente che le spirito di quegli eroi della prima volta fosse perduto, inseguendo lo squadrone di Milano che ti soffia Io scudetto proprio a casa dove avevi già pronto , tutto per fare nuovamente festa. Infatti, in quell'occasione il Napoli, guidato da Ottavio Bianchi, aveva (forse) in rosa meno campioni affermati, a parte Maradona, ma era una macchina perfettamente collaudata, affiatata e senza una concorrenza elevata tra le altre contendenti, basti pensare che gli azzurri chiusero il campionato con 3 punti di vantaggio sulla Juventus, vincendo solo una partita (contro il Milan) nelle ultime 6 partite della stagione. La passione e la felicità dei napoletani fu molto simile, la festa e la gioia di salire nuovamente sul gradino più alto del calcio italiano furono ugualmente indescrivibili. Il Napoli di Maradona festeggia il 30° anniversario della vittoria del secondo e ultimo scudetto della sua storia. L’ingegnere avrebbe dovuto intervenire per tempo. Il reparto sarà poi completato da Di Lorenzo, Koulibaly e Mario Rui. Così si fa carriera in Italia. Pochi mesi dopo, venne conquistata la Supercoppa italiana con un sonante 5-1 sulla Juventus di Maifredi. Getty Images . La formazione del Napoli è: Giuliani, Ferrara, Francini, Corradini, Alemao (Carannante), Renica, Fusi, De Napoli, Careca (Bigliardi), Maradona, Carnevale. Quello Scudetto, festeggiato esattamente 21 anni fa, viene ricordato (da alcuni) anche come quello della "monetina di Alemao", chiaro riferimento all'episodio che vide protagonista il centrocampista brasiliano che fu raggiunto da una moneta lanciata dagli spalti dello stadio di Bergamo. In pratica, quel Napoli fu una squadra che dominò per larghi tratti la stagione strameritando la vittoria finale che fece impazzire, non solo una città, ma un intero popolo. Nessuno ricorda il gol di Marronaro che l’arbitro Lanese e non vide ed evitò alla formazione di Sacchi la sconfitta a Bologna. In mezzo c’era stata la più grande delusione del tifo azzurro, quel 1° maggio 1988 che ha segnato un’epoca. Lo fa trovando la reazione di Maradona al fischio finale di Napoli-Lazio. Cit. Ferlaino non mantenne il patto d’onore: “io ti faccio vincere la Coppa Uefa e tu mi lasci andare”. FONTE: Tutto Mercato Web I tifosi aspettano fiduciosi la conquista del terzo Scudetto, ma intanto pensano al presente ovvero alla prossima sfida di campionato contro il Genoa che potrebbe avere un'importanza capitale. Il pubblico tornò ad osannarlo. Il Napoli di Diego Armando Maradona conquista il suo secondo Scudetto, dopo la vittoria per 1-0 contro la Lazio, dopo quello che hanno conquistato nel 1987. Si festeggiò – quel 29 aprile 1990 – l’ultimo grande successo del Napoli di Maradona. Ricorda nuovamente la monetina di Alemao. Alberto Bigon raccoglie in panchina l'eredità di Ottavio Bianchi, con la squadra partenopea rinforzata dagli arrivi di Massimo Mauro preso dalla Juventus, di Gianfranco Zola arrivato dalla Torres Sassari e di Marco Baroni pescato nel Lecce. Che il suo Napoli sarebbe affondato con Maradona. Log In. See more of Napoli Club Brescia 1926 on Facebook. Create New Account. Fu il canto del cigno. Cresce calcisticamente nel settore giovanile dei partenopei che, alla soglia dei venti anni lo mandano in giro per l’Italia in prestito: due anni e mezzo in prestito al Lanerossi Vicenza durante i quali, però, non riesce a conquistare il posto da titolare che, però, troverà a Catanzaro durante il campionato cadetto 1985-86. Ruppe col Napoli il 14 marzo 1991, tre giorni prima di quel Napoli-Bari che vide Maradona sorteggiato all’antidoping. Manca il carattere, Ponte Morandi, i periti del gip: «Con la giusta manutenzione il crollo avrebbe potuto essere evitato», Libero attacca: «Perché Buffon può bestemmiare e gli altri no?», Tuttosport: la Juventus pensa a Llorente come vice-Morata, Corsera: ginecologo ucciso a Milano, c’è la pista dei paradisi fiscali, Antibo: «Ho due crisi epilettiche al giorno ma a causa del Covid non posso essere operato», La Stampa: “il Napoli potrebbe ottenere solo il punto, senza la ripetizione di Juventus-Napoli”, A Napoli come nel proibizionismo per bere un caffè dopo le 11, Loredana Bertè: «Io sei anni da casalinga disperata a Stoccolma, da moglie di Borg», Ricorso Napoli, De Laurentiis si aspetta di riavere il punto di penalizzazione e di giocare la partita, Il Mattino: Gattuso non firma il rinnovo per i diritti d’immagine e i bonus, Trombetti: al Napoli va in scena “La caduta degli Dei” Gattuso e Giuntoli, Gazzetta: Non è stato il Papu a lanciare il Tapiro, ma Zapata, Corsera: Il ritiro è stato voluto da Gattuso e condiviso dal Napoli e da tutta la squadra, Gazzetta: al Napoli manca un leader come Ibra o CR7, Il calendario 2021 del Napoli ispirato alla lingua e alla cultura napoletane, Papu Gomez, non è periodo: lancia il Tapiro d’oro a Staffelli e lo manca, Un mese di stipendio, 40.000 euro e sei giornate di squalifica: lo sputo costa carissimo a Thuram, Giudice sportivo: multata l’Atalanta, Lyanco salta il Napoli, Paolo Rossi: «Cinque anni dopo il calcio-scommesse, Cruciani ammise che mi avevano tirato in mezzo», Interrogatorio Suarez, “dichiarazioni particolarmente interessanti”, Il vero mistero è l’ottima stampa che avvolge il Napoli di Giuntoli e Gattuso, Maradona è morto su un materasso a terra, accanto a un wc chimico, dopo un cocktail di farmaci, Il Napoli gioca una gran partita. È stato un azzardo lasciare Koulibaly in campo contro la Lazio? https://www.youtube.com/watch?v=_eFjZAMZsbA&feature=player_embedded, Spadafora: "Impossibile Serie A in campo a maggio", prossima sfida di campionato contro il Genoa, Le acrobazione di Tony Hawk: quello che fa sullo skate è assurdo, Griezmann sceglie le treccine: il nuovo look dell'attaccante del Barcellona, Esame Suarez: “Gli dobbiamo fare una roba da principianti”. Quella stagione il Napoli andò avanti per forza d’inerzia. And so it came to pass in 1987, when Napoli won the Scudetto for the very first time, whilst also lifting the Coppa Italia in the same season. E chi era il guardalinee? Suo e del Napoli. Il punto della questione non è arbitrale.