Nel 1994 lo stadio ospitò la messa celebrata da papa Giovanni Paolo II. Capienza di 87.000 spettatori ed un terreno di gioco da 100 m. x 68 m. La struttura massiccia in pietra offriva un monumento di grande opera architettonica, successivamente sacrificato alle moderne comodità con la costruzione della copertura totale. Capienza: 19.029. dello studio Massimo Guidotti Architetto di Ascoli Piceno Col ritorno in C si posero le basi per una programmazione futura: nel 1962 fu inaugurato il nuovo stadio, in seguito intitolato dall’amministrazione comunale a “Cino e Lillo Del Duca”. Nei primi anni della società salentina, dal 1924 al 1943, l'impianto sportivo presso cui la squadra era di scena era il "XXVIII ottobre", situato nel campo polisportivo "Achille Starace", intitolato al gerarca fascista[3] e ubicato nei pressi di Porta Napoli. In meno di tre mesi la capienza arrivò a ben 55 000 posti[6] grazie alla realizzazione di un anello superiore per i tre quarti delle tribune[6]. Ascoli Calcio, incontro con Comune per progetto innovativo stadio ''Del Duca'' di Redazione Picenotime lunedì 31 agosto 202 Ascoli, progetto innovativo per lo stadio Incontro tra la società e i vertici dell'Arengo per ridisegnare il Del Duca: Ai … Sticchi Damiani: “Tante novità”, FIR ANNUNCIA LE SEDI DEL 6 NAZIONI FEMMINILE 2019, Sei Nazioni, a Lecce sfuma la seconda vittoria, l'Italdonne pareggia 3-3 con il Galles e resta in corsa, WOMEN'S SIX NATIONS, A LECCE L'ITALIA IMPATTA 3-3 CON IL GALLES, Il tabellino della prima partita disputata al Via del Mare, Serie B 2009/2010» 11. A partire dagli anni 2010, dopo la conclusione della prima parte dei lavori di messa in sicurezza con i tornelli, abilitando lo stadio per una capienza di soli 7.500 posti, il 19 aprile 2012, la curva nord dello stadio venne intitolata a Francesco Mancini, ex portiere del Foggia di Zeman, scomparso il 30 marzo dello stesso anno. L'elenco che segue include i maggiori stadi italiani, ordinati per capienza omologata non inferiore a 5.000 posti, utilizzati per le attività sportive fisiche all'aperto quali calcio, rugby, atletica leggera, ecc. Il colpo di grazia fu inferto nel 2016 dal terremoto del centro Italia. Stadio Ascoli, sognando la cittadella bianconera “Il complesso oltre ad essere il fulcro dello sport e dello spettacolo, può ambire così a diventare opportunità turistica e soprattutto commerciale, magari dando una mano alla difficile crisi economico-lavorativa che sta logorando il territorio piceno. Il progetto, realizzato dall’Arch. Lo stadio Ettore Giardiniero-Via del mare, noto come Via del mare, è un impianto sportivo della città di Lecce. Il progetto di restyling ha previsto: il ripristino dei seggiolini, di colore giallo e rosso, nelle due curve e nella Tribuna Est, la riqualificazione della pista di atletica, che è stata ricoperta da un tappeto sintetico azzurro, l'installazione, in luogo dei cancelli di separazione delle tribune dal terreno di gioco, di nuovi pannelli trasparenti, una particolare attenzione al settore riservato ai disabili, un nuovo impianto di illuminazione, la totale ristrutturazione delle panchine, nonché interventi su strutture essenziali come gli impianti sanitari[32]. A partire dagli anni 2010, dopo la conclusione della prima parte dei lavori di messa in sicurezza con i tornelli, abilitando lo stadio per una capienza di soli 7.500 posti, il 19 aprile 2012, la curva nord dello stadio venne intitolata a Francesco Mancini, ex portiere del Foggia di … L'impianto fu inaugurato il 12 maggio 1962 con un incontro fra le rappresentative dilettantistiche di Italia e Inghilterra . Con la caduta del Lecce in Lega Pro, il 31 gennaio 2013 a Curva Sud fu chiusa per motivi economici e la capienza scese a 14 287 posti.[17]. La costruzione dello stadio iniziò nel 1955 per conto dell'amministrazione comunale di Ascoli Piceno. Lecce, infatti, sarà sede calcistica della manifestazione[33]. Lavori stadio ascoli Ascoli, al via i nuovi lavori nello stadio - MS . Il 1º dicembre 2018 è stata inaugurata una targa posta in corrispondenza della porta 11 (appartenente al settore Curva Nord, sede degli ultrà giallorossi) per commemorare i giocatori Michele Lorusso e Ciro Pezzella, che 35 anni prima erano scomparsi tragicamente in un incidente stradale mentre si recavano alla stazione ferroviaria di Bari, dove avrebbero dovuto prendere un treno per raggiungere i compagni a Varese, dove avrebbero dovuto giocare l'incontro di campionato contro il Varese la successiva domenica, il 2 dicembre 1983. Capienza e settori Stadio Benevento Costruito per 25.000 spettatori, la capienza attuale è limitata a 16.867 posti per motivi di ordine pubblico. L'impianto leccese divenne a questo punto il sesto stadio italiano per capienza, dopo quelli di Napoli, Milano, Roma, Torino e Firenze, e sarebbe rimasto il sesto stadio più capiente d'Italia fino al campionato mondiale di calcio 1990[6]. Il progetto del nuovo stadio dell'Ascoli Picchio F.C. Stadio Comunale. Il nuovo Stadio dell’Ascoli Picchio, realizzato sull’area oggi occupata dal vecchio impianto di cui riutilizza solo il terreno di gioco, si presenta con dimensioni più contenute dell’attuale grazie all’eliminazione della pista d’atletica ed al riposizionamento delle gradinate a soli 7,50 metri dal rettangolo di gioco, rendendolo così il pubblico il “dodicesimo uomo in campo”. Sileri: Si può arrivare a un terzo della capienza Lo stadio Olimpico sabato scorso prima dell. Negli anni a venire, per far sì che tutti i posti a sedere fossero numerati, la capienza fu ridotta a 40 670 posti, in ottemperanza al decreto del Ministero dell'Interno che stabilisce di numerare tutti i posti a sedere per gli impianti sportivi in grado di ospitare oltre trentamila spettatori[7]. Il primo stadio della storia dell’Ascoli viene costruito nel 1925 all’ex foro boario, nella zona dei giardini pubblici e per questo prende il nome di Comunale dei Giardini.E’ inaugurato nel 1926 con un’amichevole contro la Lazio. Nell'aprile 2019 è stato approvato un aumento della capienza di ulteriori 6 263 posti per il campionato di Serie B in corso: dei 40 670 posti a sedere disponibili ne sono stati omologati 26 096, disponibili da Lecce-Brescia del 28 aprile. Il 24 giugno 1967 il Via del Mare ospitò un'altra prestigiosa amichevole tra il Lecce e il celebre Santos di Pelé. Entrambi i giocatori avevano timore dei voli aerei. L’impianto, opera dell’ing. Il 10 luglio 2018 si chiude l'era Bellini, che, dopo quattro anni, passa il testimone a Massimo Pulcinelli, numero uno di Bricofer Italia, azienda leader nel settore del "fai da te". Stando all’analisi effettuata dal Corriere della Sera il calcio potrebbe giocarsi a porte chiuse per tutta la stagione 2020-2021. GLI ANNI '60, ’70, ‘80: DALLA DEL DUCA ASCOLI ALL’ASCOLI CALCIO, I RECORD E GLI ANNI D’ORO. Con l'arrivo della nuova proprietà guidata dall'avvocato Saverio Sticchi Damiani e dall'imprenditore Enrico Tundo, lo stadio è stato ribattezzato, per la campagna abbonamenti 2015-2016, La Tana dei Lupi[22]. Benvenuti alla diretta scritta della partita tra Ascoli e Cosenza, incontro valido per la dodicesima giornata del campionato di Serie B. Nuove polemiche sulla gestione dello stadio sorsero nel luglio del 2018, quando, dopo un altro concerto dei Negramaro nello stadio (13 luglio), il manto erboso fu seriamente danneggiato[28]. CALCIO ALLO STADIO CORONAVIRUS – L’emergenza Coronavirus cambierà, nel medio-lungo termine, la concezione del calcio ed a farne le spese saranno gli stadi con la folla di tifosi non più ipotizzabili nel breve. Questo stadio nel giro di pochi anni vedrà salire l’Ascoli Calcio dalla serie C alla serie A. Nell’estate del 1974, dopo la prima storica promozione in serie A, lo stadio Del Duca viene ampliato dal presidente Costantino Rozzi. In quella stagione il Via del Mare fu dunque teatro di due derby, il 24 ottobre 2009 (Gallipoli-Lecce 0-3) di fronte7 584 spettatori[14] e il 27 marzo 2010 (Lecce-Gallipoli 1-0) di fronte a 9 244 spettatori[15]. Come ad esempio l’inizio della prossima stagione, considerando che i lavori per la tribuna est non saranno pronti prima degli inizi del 2019. A rischio l'iscrizione al prossimo campionato di serie B. Pronta la risposta del primo cittadino Stadi italiani per capienza - Wikipedi . Già nel 1976 lo stadio leccese beneficiò di un primo necessario intervento di ampliamento che portò la capienza dell'impianto a 20 500 posti attraverso la ricostruzione di una gradinata al di sopra della Tribuna Est. Sito ufficiale dell'Ascoli Calcio 1898 FC SpA, con informazioni su squadra, biglietti, abbonamenti e news Nel 1987 il Via del Mare ospitò, con il tutto esaurito, due partite ufficiali del Milan di Sacchi: il 30 settembre contro lo Sporting Gijón per il ritorno dei trentaduesimi di finale di Coppa UEFA (3-0 per i rossoneri) e il 21 ottobre contro l'Espanyol per il ritorno dei sedicesimi di finale dello stesso torneo (2-0 per gli spagnoli). Le poltroncine sono di colore rosso e giallo (i colori sociali della squadra) e compongono sulla Tribuna Est la scritta "U.S. Lecce". La partita terminò 5-1 per i brasiliani con tripletta di Pelé, autorete di Melideo e gol di Edu. STADI – Per le competizioni sportive è consentita la presenza di pubblico, “con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori” all’aperto e 200 al chiuso (nei palazzetti). Inizialmente la capienza collaudata dello stadio Via del mare era di soli 16 000 spettatori e la conformazione degli spalti era diversa, con la tribuna principale affiancata da due strutture laterali. Il nuovo Stadio dell’Ascoli Picchio, realizzato sull’area oggi occupata dal vecchio impianto di cui riutilizza solo il terreno di gioco, si presenta con dimensioni più contenute dell’attuale grazie all’eliminazione della pista d’atletica ed al riposizionamento delle gradinate a soli 7,50 metri dal rettangolo di gioco, rendendolo così il pubblico il “dodicesimo uomo in campo”. L'Inter sino ad allora giocava all'Arena Civica che con una capienza allora intorno ai 40.000 posti era il principale impianto cittadino. L'attuale assetto dell'impianto è, infatti, stato raggiunto dopo oltre un trentennio di lavori e ristrutturazioni apportati all'iniziale progetto. Come si sa, il calcio è lo sport più amato e seguito del mondo. Nella stagione 1997-1998 lo stadio leccese ospitò la finale dei play-off per la promozione in Serie C1, vinta dal Crotone sul Benevento. Analisi diagnostiche evidenziarono come l'intera tribuna est, realizzata con materiali tradizionali, non fosse più sicura dal punto di vista strutturale. Curva Nord anello inferiore:817 Zlecona przez Ascoli Picchio w 2014 roku koncepcja nowego stadionu w Ascoli Piceno zakłada całkowitą rozbiórkę istniejących trybun i budowę nowych wyłącznie dla futbolu. Zespół pod przewodnictwem Massimo Guidottiego stworzył wizję eliptycznej bryły o falującej linii dachu. La partita è terminata con un pareggio per 3-3, derivante da due calci piazzati[38]. La nuova tribuna est ha una capienza di 3.850 posti. Anche per questo motivo l'Ascoli degli anni d'oro riusciva a riempire uno stadio di 34.000 posti, nonostante le non grandi dimensioni della città. Per la sola sfida casalinga di Lega Pro del 17 febbraio 2016 contro il Foggia la capienza fu portata da 14 287 a 17 983 posti a sedere[23]. Lo stadio Ascoli prende il nome di Cino e Lillo Del Duca, ed è ubicato in viale Costantino Rozzi. La società, con una nota ufficiale del 23 agosto, rese noto che per effettuare i lavori di ripristino del terreno di gioco del Via del Mare non era stata versata alcuna somma di denaro da parte del comune. Lo stadio Via del mare, della capienza iniziale di 16 000 posti, fu inaugurato l'11 settembre 1966 in occasione di un'amichevole tra Lecce e Spartak Mosca, terminata con il punteggio di 1-1 e seguita da 13 000 spettatori. Ascoli – Stadio “Cino e Lillo Del Duca” 12.450 posti, Ascoli Piceno 48.000 abitanti (intera provincia 207.000) Spezia – Stadio “Alberto Picco” 10.300 posti, La Spezia 93.000 abitanti (intera provincia 220.000) Pisa – Stadio “Arena Garibaldi-Romeo Anconetani” 10.000 posti, Pisa 89.500 abitanti (intera provincia 420.000) Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 27 ott 2020 alle 16:21. [11][12] Al momento dell'incidente erano presenti anche l'allenatore Papadopulo e il direttore sportivo Angelozzi che ne uscirono illesi. La storia del calcio italiano attraverso i suoi templi, I primi mesi di Arrigo Sacchi al Milan (anche lui firmò un contratto annuale, come Sarri al Napoli), Fulmine in mezzo al campo Muore magazziniere del Lecce, Il fulmine assassino allo stadio Lecce sotto choc salta Cesena, Lecce, problema al campo in vista dell'esordio in Coppa, Lecce, esordio in trasferta contro la Lupa Roma, Tesoro: "Giocheremo regolarmente al Via del Mare contro il Barletta", Il Via del Mare diventa “la tana dei lupi”, Lecce in serie A: presentato progetto per restyling stadio Via del Mare, LECCE – Presentato il progetto di restyling del Via del Mare. Furono inoltre riedificate la Tribuna Centrale e Laterale e furono creati i settori Distinti e Tribuna Est (con il cosiddetto "Crescent"), la quale rimase invariata[6]. È il settimo stadio più capiente d'Italia, avendo 40 670 posti a sedere, di cui 31 533 attualmente omologati[1]. Calcio, Spadafora: Apertura graduale di stadi e impianti sportivi, in arrivo il protocollo. Il progetto, realizzato dall’Arch. Il nuovo Stadio dell’Ascoli Picchio, realizzato sull’area oggi occupata dal vecchio impianto di cui riutilizza solo il terreno di gioco, si presenta con dimensioni più contenute dell’attuale grazie all’eliminazione della pista d’atletica ed al riposizionamento delle gradinate a soli 7,50 metri dal rettangolo di gioco, rendendolo così il pubblico il “dodicesimo uomo in campo”. La foto dello stadio è tratta da: www.gazzettadiascoli.it. Stadio – Ascoli Picchio F.C. Il progetto del nuovo stadio dell'Ascoli Picchio F.C. Ascoli – Il punto interrogativo sul futuro dello stadio Del Duca, di fatto, riguarda anche quello che può essere definito il futuro immediato. Il 9 febbraio 2019 il Via del mare ha ospitato per la prima volta una partita del torneo di rugby del Sei Nazioni femminile 2019: la nazionale italiana di rugby femminile ha affrontato la nazionale gallese di rugby femminile[37]. Dopo le rassicurazioni dell'amministrazione comunale[29], i lavori di rizollatura, iniziati negli ultimi giorni di agosto e proseguiti anche in orario notturno[30], furono ultimati in tempo per l'esordio casalingo del Lecce nel campionato di Serie B 2018-2019 contro la Salernitana, che ebbe luogo il 4 settembre 2018 su un campo in condizioni giudicate accettabili dal direttore di gara[31]. Consisting of steel and membrane the shell provides a dynamic appearance, ranging in height between 12 and 17 meters. Dove si gioca la partita: Stadio: Cino e Lillo Del Duca Città: Ascoli Piceno Capienza: 20550 spettatori 10:29 ASCOLI : Stadio Comunale" Cino e Lillo Del Duca" Via Zeppelle 63100 Ascoli Piceno Capienza: 19.029 Dimensioni: 105 x 68 La foto dello stadio è tratta da: Lo stadio è disposto su due piani, con la sola tribuna principale provvista di copertura ed il resto degli spalti contornati da effetti cromatici giallorossi che richiamano, oltre ai colori sociali della squadra di casa, anche le tinte, il calore e le sfumature del folklore di questa terra[7]. I salentini erano riusciti a portarsi sul pari con un gol di Mammì. Primavera: Cosenza battuto ... ma quanti sprechi!!! BENEVENTO. La mappa dello Stadio Renzo Barbera. Su tratta di un impianto di 30.550 posti, di cui però soltanto 11.787 omologati, che ospita le gare interne del club bianconero della città. Gli interventi di espansione portarono lo stadio a contare ben 40mila posti a sedere, capienza nuovamente ridotta nel corso degli anni a causa di diversi problemi di sicurezza. Ospita le partite casalinghe dell'Unione Sportiva Lecce e prende il nome dalla via dove è situato, la strada statale 543 per la località adriatica di San Cataldo[2]. Lo stadio è suddiviso nei seguenti settori: Il Via del Mare ha ospitato più volte amichevoli internazionali. Ascoli – Il punto interrogativo sul futuro dello stadio Del Duca, di fatto, riguarda anche quello che può essere definito il futuro immediato. Occhiuzzi: "Sconfitta non meritata. Il 29 aprile 2016 il Comune di Lecce mise in vendita l'impianto sportivo assieme all'edificio sede del tribunale, valutando il primo 18 milioni e 900 mila euro[25][26][27]. Visto l'incombente impegno in Coppa Italia contro il Foligno, l'amministrazione comunale del capoluogo salentino si assunse l'onere di provvedere alla riparazione del campo[18], ma il Lecce si presentò alla prima partita ufficiale davanti ai propri tifosi su un terreno ai limiti del praticabile. Lecce[32]. Stadio Ascoli, arriva un comunicato di fuoco della dirigenza dell'Ascoli Picchio verso il sindaco Castelli. SCONFITTA IMMERITATA PER IL COSENZA CON LA CREMONESE 1-0, Le video conferenze stampa di Occhiuzzi e Bisoli alla vigilia di Cremonese - Cosenza, Under 17 femminile: il Cosenza chiude nel peggiore dei modi. Lo stadio leccese ospitò per una stagione in Serie B (2009-2010) le partite interne dell'allora esordiente Gallipoli. Description: Ascoli Stadium. Il Via del Mare ha ospitato quattro partite della nazionale italiana, con un bilancio di due vittorie e due sconfitte. Stadio Del Duca: una storia lunga più di 50 anni. Con la prima promozione del Lecce in Serie A, giunta al termine della stagione 1984-1985, lo stadio fu quasi completamente ricostruito e ammodernato dall'impresa edile di proprietà del costruttore e presidente dell'Ascoli Costantino Rozzi[6]. Il compianto presidente Costantino Rozzi in circa 100 giorni realizza uno stadio da circa 40mila posti. Ecco in sintesi le regole per lo sport. Dopo la sua quasi totale ristrutturazione, lo stadio di Lecce, insieme allo stadio Friuli di Udine, era l'unico stadio pronto per il campionato mondiale di Italia '90. Tra questi spicca senza dubbio per importanza il Santiago Bernabeu, lo stadio del Real Madrid, ad oggi la squadra più titolata del mondo e che le statistiche considerando quasi del tutto alla unanimità come quella più forte della storia a livello di club. Il primo utilizzo di questa illuminazione risale alla partita Italia-Montenegro (2-1) del 15 ottobre 2008. Da allora la … La costruzione dello stadio iniziò nel 1955 per conto dell’amministrazione comunale di Ascoli Piceno. I settori sono costituiti dalla tribuna, dai distinti e dalle curve. Furono ricostruite le due curve, sedi del tifo organizzato: la Nord (oggi sede degli Ultrà Lecce) e la Sud (oggi sede della Gioventù). Inizialmente, lo stadio apparteneva solo al Milan e l’Inter poté giocarvi solo a partire dal 1947, con il passaggio dell’impianto al comune di Milano. Giornata» Lecce - Gallipoli 1:0, Danni allo stadio per concerto Negramaro, rassicurazioni e polemiche: società concessionaria inattiva, Nuovo manto erboso allo stadio: al via la rizollatura, Manto erboso del Via del Mare: si lavora anche di notte, Lecce-Salernitana 2-2: per i giallorossi c'è ancora la beffa della rimonta, https://leccezionale.it/2017/08/08/inter-betis-prevendita-14000-biglietti/, https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/04-08-2018/live-inter-lione-icardi-lautaro-2801167957108.shtml, https://www.youtube.com/watch?v=iKJ8we6O0QA, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Stadio_Via_del_mare&oldid=116285210, Impianti sportivi della provincia di Lecce, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.