INCLUSIONE SCOLASTICA Uguaglianza signifia he tutti hanno diritto di essere diversi l’uno dall’altro”(Umerto Eo, in “ Meschini M., 2008). D. L. n. 62 della legge 13/07/2015, n. 107 Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato Alunni stranieri DPR n. 394 del 31 agosto 1999 Regolamento recante norme di attuazione del TU delle disposizioni Si dirà che questo cammino è la palestra in cui oggi si allenano le persone di domani; Quando poi gli insuccessi non dipendono dall’assenza di volontà, dalla mancanza di applicazione, ma dalla tavolozza di configurazioni cognitive, sensomotorie ed emozionali (per restare sul neutro) che caratterizzano il nostro essere umani, allora è tutta un’altra faccenda. Art. L’integrazione scolastica in Italia, trova le basi nella Costituzione, e negli Art. Un percorso complesso, fatto di piccoli passi e di grandi balzi in avanti. Al centro di questa strategia, vengono così inserite la personalizzazione e l’individualizzazione dell’offerta didattica. La politica dell’Inclusione scolastica in Italia L’Italia è stata tra i primi paesi a scegliere la via dell’integrazione degli alunni con disabilità in scuole e classi regolari. Questa legge stabilisce il principio dell'inclusione per tutti gli alunni disabili della scuola elementare e media dai 6 ai 14 anni (imponendo Per non parlare del tetto di cristallo rappresentato dai contesti in cui molto elevato è il livello di povertà educativa. Nel 2009 vengono poi trasmesse dal Miur le “Linee Guida per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità”. Condividere il nostro lavoro, diffondere ciò che di nuovo esiste sul tema dell’integrazione e dell’inclusione scolastica , per avere sempre nuove possibilità di collaborazione e crescita è il senso di questo sito. Norme europee per l’accessibilità dei siti web e la diffusione delle ICT 4. ALL-INCLUSIVE SCHOOL: POCHI METRI AL TRAGUARDO. A livello didattico, la conseguenza più importante di questa evoluzione nel dibattito pedagogico è il superamento dell’illusione che sia possibile una strategia didattica standardizzata. Il concetto di inclusione nella scuola italiana è relativamente recente e rappresenta l’ultima tappa dell’evoluzione nel dibattito sulla pedagogia inclusiva. presentata all’stituto naziona le previdenza sociale (INPS), che vi dà riscontro non oltre 30 giorni dalla data di presentazione. L’integrazione scolastica può essere letta come l’obiettivo di una strategia didattica per la partecipazione e il coinvolgimento delle persone con disabilità. Torna il grande appuntamento dedicato all’inclusione scolastica e sociale che in 12 edizioni ha coinvolto più di 30.000 persone. Si supera così l’idea di una “normalità” della didattica basata sull’omogeneità di chi apprende, passando invece alla visione di classe come realtà caratterizzata da una ampia pluralità di bisogni e necessità individuali. Le linee guida del 2009. Il limite Le tappe fondamentali dell’inclusione nella normativa scolastica italiana L’attuale assetto di strumenti e pratiche che garantiscono l’inclusione di tutti gli alunni nelle scuole italiane è il frutto di una stratificazione normativa lunga decenni. La normativa ci impone questo1, ma il docente per primo rileva la necessità di operare in tal senso in quanto l’apprendimento procede per tappe, ciò che non è stato appreso in modo corretto ed approfondito, Ma non si può essere seri parlando di gelato, quindi siamo qui per aiutarti a dire: Goodbye serious, hello joy! Con la legge n. 517 del 1977 nasce nel nostro paese un modello pedagogico-educativo avanzatissimo, basato sull’integrazione scolastica delle persone disabili, abolendo le classi differenziali. «La domanda per l'accertamento della condizione di disabilità in età evolutiva ai fini dell’inclusione scolastica di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, come modificata dal presente decreto, corredata dal certificato medico diagnostico-funzionale contenente la diagnosi clinica e gli elementi attinenti alla valutazione del funzionamento a cura della Azienda sanitaria locale, è presentata all'Istituto nazionale della previdenza sociale (INP… L’attuale assetto di strumenti e pratiche che garantiscono l’inclusione di tutti gli alunni nelle scuole italiane è il frutto di una stratificazione normativa lunga decenni. La prospettiva multidimensionale Le tappe fondamentali dell’inclusione nella normativa scolastica italiana L’attuale assetto di strumenti e pratiche che garantiscono l’inclusione di tutti gli alunni nelle scuole italiane è il frutto di una stratificazione normativa lunga decenni. CAPITOLO 1 – LE NUOVE TECNOLOGIE EDUCATIVE COME RISORSA PER L’INTEGRAZIONE SCOLASTICA (MPED/03 – MPED/04) Intro 1. Le domande del paniere possono essere presenti negli esami tenuti dal Prof. Nel 2012, la necessità di dare sempre più centralità agli studenti ha portato il Miur a redigere una specifica Direttiva Ministeriale intitolata “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica”, in cui si riconosce la possibilità che un alunno presenti esigenze didattiche particolari anche in assenza di DSA. Con il termine “inclusione”, ci si riferisce invece a una strategia finalizzata alla partecipazione e al coinvolgimento di tutti gli studenti, con l’obiettivo di valorizzare al meglio il potenziale di apprendimento dell’intero gruppo classe. Nelle Linee Guide del 2009 si stabiliscono così due concetti fondamentali: Il successivo passaggio normativo è rappresentato dalle “Nuove norme in materia di disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) in ambito scolastico” contenute nella Legge 170/2010. Tecnologie per l’integrazione scolastica. Tra le altre cose, viene dato maggior peso al ruolo delle famiglie, si creano i Gruppi di Inclusione Territoriale e i Gruppi di lavoro operativi per l’inclusione. www.professionistiscuola.it 1 INTRODUZIONE 4 CAPITOLO I - LE STAGIONI DELLA DISABILITA’ 6 1.1 LA STAGIONE DELL’ESCLUSIONE a cura Pisaturo Patrizia 7 1.2 LA STAGIONE DELLA SEPARAZIONE a cura Pisaturo Patrizia 8 1.3 LA STAGIONE DELL'INTEGRAZIONE a cura Viscido Giovanni Domenico 10 1.4 LA STAGIONE DELL'INCLUSIONE a cura Viscido Giovanni Domenico 14 Modalità di attuazione dell’ Integrazione. Un percorso complesso, fatto di … Con la legge n. 517 del 1977 nasce nel nostro paese un modello pedagogico-educativo avanzatissimo, basato sull’integrazione scolastica delle persone disabili, abolendo le classi differenziali. Le Linee Guida per l’integrazione degli alunni con disabilità del 2009 sono il documento, che presenta la decisione italiana dell’inclusione scolastica come un processo irreversibile, conseguente alla scelta “coraggiosa” che ha aperto le classi “normali” affinché diventassero per tutti effettivamente “comuni”. 18/11/2020. Contemporaneamente è necessario che questo cambiamento attraversi le relazioni su cui si fonda il tessuto sociale delle stesse comunità, abbatta i pregiudizi e promuova altre forme di fare comunità. INCLUSIONE SCOLASTICA Uguaglianza signifia he tutti hanno diritto di essere diversi l’uno dall’altro”(Umerto Eo, in “ Meschini M., 2008). • le strategie d’intervento per gli alunni con BES; • la formazione del personale; • l’organizzazione territoriale per l’ottimale realizzazione dell’inclusione scolastica, con particolare riferimento ai Centri Territoriali di Supporto e all’équipe di docenti specializzati, curricolari e di sostegno.

La tutela del diritto all’istruzione delle persone con disabilità è al centro dell’attenzione da parte delle istituzioni nazionali ed internazionali ormai da parecchi decenni. I problemi relativi alla didattica verso persone con disabilità, infatti, non sono altro che una specifica manifestazione di problemi che pongono, in maniera diversa e a volte mascherata, anche gli altri alunni. Graphic Learning: i vantaggi dell’educazione all’immagine. Un percorso complesso, fatto di piccoli passi e di grandi balzi in avanti. scolastica. Le tappe verso l’inclusione Ho visto circolare rappresentazioni grafiche provenienti dall’estero, tradotte in modo molto semplicistico e poco rispettose della storia, e dei valori, della nostra integrazione. È con questa legge che si concretizza l’approccio innovativo dell’inclusione scolastica e si definiscono tutti gli strumenti e le metodologie per consentire il pieno sviluppo del processo formativo a partire dalla singolarità e complessità di ogni persona. Integrazione scolastica: strumenti per l’integrazione che debbono essere messi a . Abbiamo bisogno di continue alleanze e reti che coinvolgano tutti quegli attori sociali che settorialmente e separatamente si occupano di fornire servizi per minori e adulti con disabilità. Con questo decreto, il governo ha introdotto importanti modifiche, consolidando e approfondendo la scelta per la personalizzazione della didattica.

La tutela del diritto all'istruzione delle persone con disabilità è al centro dell'attenzione da parte delle istituzioni nazionali ed internazionali ormai da parecchi decenni. dell’inclusione scolastica Prof.ssa Serenella Besio. Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio Fisico e della Formazione ; Risultato della ricerca: Article. Il presente sito si propone quale strumento di facile utilizzo per conoscere la storia antica della città di Bari, proponendo la descrizione dei principali monumenti e luoghi da visitare, anche mediante la pubblicazione di foto e video, offrendo inoltre la possibilità al visitatore di individuare le tappe del proprio itinerario per mezzo di mappe dedicate. Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità. Torna il grande appuntamento dedicato all’inclusione scolastica e sociale che in 12 edizioni ha coinvolto più di 30.000 persone.. Un'occasione di confronto sui grandi cambiamenti che, ancor più in questo periodo storico, caratterizzano il mondo della scuola e la società in cui viviamo. Pensiamo la vita sia già troppo rigida. Citiamo solo alcuni riferimenti normativi che costituiscono le principali tappe del cammino verso l’inclusione scolastica in Italia e che, anche a livello terminologico, descrivono proprio il passaggio dal modello dell’integrazione a quello dell’inclusione: il D.P.R. Ho visto circolare rappresentazioni grafiche provenienti dall’estero, tradotte in modo molto semplicistico e poco rispettose della storia, e dei valori, della nostra integrazione. Articolo 4: contiene le nuove norme sulla formulazione degli indicatori di qualità dell’inclusione scolastica, ed esse sono immediatamente applicabili. Il passaggio non rappresenta solamente un cambiamento terminologico, bensì un’innovazione concettuale e di impostazione istituzionale. Destinatari del servizio sono le famiglie e i docenti di tutti gli ordini di scuola. Ianes D. e Demo H. (2017), Emozioni, stati d'animo e sentimenti: le tre componenti principali della vita affettiva, in R&S Erickson, Disturbi emotivi a scuola. Scopri di più . Tappe dell’Inclusione scolastica dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di I° Grado; ... Condivide e promuove le tappe di un’accoglienza positiva e di un’inclusione scolastica piena. Raccontare cosa è oggi l’inclusione scolastica in Italia non è un compito lineare o la semplice restituzione dell’istantanea di un fenomeno, soprattutto considerando l’eterogeneità dei contesti educativi e formativi sul territorio nazionale e la quantità di variabili che vanno a condizionarne l’attuazione. Accogliere ed includere gli alunni con Bisogni … 14. La didattica inclusiva deve essere intesa perciò come una trasformazione dell’ambiente educativo che coinvolge e favorisce l’intera comunità scolastica, non solamente l’alunno con disabilità. Rimini | 12, 13 e 14 novembre 2021 E ONLINE Fai una domanda su questo prodotto. In Italia ancora oggi oltre 600.000 tra ragazze e ragazzi (il 17% della popolazione scolastica) non arrivano ad ottenere un titolo di studio. Le tappe fondamentali dell’inclusione nella normativa scolastica italiana. Ianes D. e Canevaro A. La politica dell’Inclusione scolastica in Italia L’Italia è stata tra i primi paesi a scegliere la via dell’integrazione degli alunni con disabilità in scuole e classi regolari. La sua prima stesura è del 2017, modificata poi nel 2019. Il concetto di inclusione scolastica entra nel dibattito pedagogico italiano negli anni ’90. 2. Cosa stai cercando? Workshop “Open Education & Cooperative Learning”, parole d’ordine: partecipazione, condivisione, qualità! È con questo documento, infatti, che si gettano le basi per l’utilizzo dell’ICF (International Classification of Functioning) come modello di riferimento per la classificazione della disabilità. L’obiettivo è quello di mettere al centro della scuola il valore della diversità, come occasione di crescita data dall’interazione con una persona con disabilità o con altri tipi di disturbi, che possono essere anche passeggeri. Calendario Open Day 2020 2021. 2. Alcune riflessioni sul tema dell’inclusione scolastica. In collaborazione con WeWorld, è iniziato un tour per cercare di rendere la scuola più inclusiva anche grazie al Nuovo Index per l'Inclusione. Nel percorso dell’inclusione scolastica concorrono: l’alunno, la famiglia, la scuola, l’equipe sociosanitaria. È impossibile parlare di inclusione scolastica senza citare uno dei documenti pedagogici e normativi più importanti a livello didattico, ovvero le Linee guida per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità del 2009. Le basi dell’integrazione scolastica: ruoli e organizzazione; Mappe e metodo di studio; Giochi; I ciechi del Togo ; Contatti; Le tappe verso l’inclusione. Come creare una presentazione multimediale efficace? Sordità e inclusione scolastica. website builder. La Qualità dell'inclusione scolastica e sociale Convegno - Tredicesima edizione. Le Linee Guida per l’integrazione degli alunni con disabilità del 2009 sono il documento, che presenta la decisione italiana dell’inclusione scolastica come un processo irreversibile, conseguente alla scelta “coraggiosa” che ha aperto le classi “normali” affinché diventassero per tutti effettivamente “comuni”. Questo passaggio ha rappresentato sicuramente una rivoluzione culturale per l’istituzione scolastica, soprattutto per il potenziamento della cultura dell’inclusione che ne consegue. Articolo 4: contiene le nuove norme sulla formulazione degli indicatori di qualità dell’inclusione scolastica, ed esse sono immediatamente applicabili. Di conseguenza, si organizzano criteri didattici inclusivi per tutti quegli studenti che presentano difficoltà dovute a cause socio-ambientali, culturali o familiari. Potranno poi costituirsi in Reti per la gestione del personale e delle pratiche burocratiche. Le principali tappe del percorso italiano verso l'integrazione 1971 Legge 118 Sono ammessi nella scuola dell'obbligo normale gli ... l’integrazione scolastica deve essere garantita mediante un percorso personalizzato; le ULSS e la scuola sono congiuntamente responsabili della progettazione degli interventi. Per raggiungere le informazioni di tuo interesse in modo semplice e veloce. 3 1.1 Premessa L’entrata in vigore del Decreto Legislativo del 13 aprile 2017, n. 66 (Riforma del Sostegno e dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità) ha profondamente modificato la programmazione delle azioni organizzative e delle strategie didattiche per l’accoglienza di alunni con Dopo gli anni di fermento normativo che abbiamo riassunto, fino al 2007, il legislatore e l'amministrazione scolastica sembrano mettere da parte i temi dell'inclusione scolastica degli alunni disabili, forse a causa dell'attenzione concentrata più sull'elaborazione della riforma generale del sistema di istruzione. dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità) ha profondamente modificato la programmazione delle azioni organizzative e delle strategie didattiche per l’accoglienza di alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES). Le evidence based: l’efficacia della tecnologia 3. Sono tante le novità che modificano le modalità di inclusione scolastica previste dal decreto legislativo n. 66/2017 e che, di fatto, finiscono per coinvolgere tutta la comunità scolastica. Il Decreto inclusione rappresenta l’ultima tappa, in ordine di tempo, del percorso verso la realizzazione dell’inclusione scolastica. Promuovere le competenze dell’alunno con disabilità per un processo di inclusione scolastica e sociale.The enhancement of disabled student's skills for school and social inclusion. Il nucleo della riforma è sicuramente concentrato nei Piani Educativi Individualizzati (PEI), che vengono così ad essere gli strumenti fondamentali con cui il consiglio di classe è tenuto a disegnare un piano didattico specifico per ogni alunno disabile. I Cantieri di pratiche narrative ospitano il laboratorio “Prove di inclusione. Il Decreto Inclusione rappresenta solamente l’ultima tappa di questa rivoluzione educativa che mette al centro il valore della diversità come occasione di crescita per tutti gli alunni. cui diverse realtà del privato e del pubblico hanno dato e devono ancora dare risposte. Strategie efficaci per gli insegnanti, Trento, Erickson. Per tutelare le differenze individuali, la nostra scuola prevede, nella quotidianità delle azioni e degli interventi, la possibilità di fornire risposte diverse ad esigenze educative differenti valorizzando ciascuno. Le tappe dell’inclusione ino agli anni ’70 Separazione – Esclusione ... Infatti è l'intera comunità scolastica che deve essere coinvolta nel processo in questione e non solo una figura professionale specifica a cui demandare in modo esclusivo il compito dell'integrazione. Una storia lunga 30 metri e oltre” in cui i partecipanti sperimentano il processo d’inclusione e di empowerment. Gli strumenti legislativi esistono, ma spesso ciò che manca è una reale cultura dell'inclusione sociale e della valorizzazione delle abilità individuali. Le Tecnologie della Comunicazione e dell’Informazione in Italia 5. La politica dell’Inclusione scolastica in Italia ... prospettiva inclusiva, è stato contraddistinto da importanti tappe legislative. ... dell’individuo, mettendo al centro del programma scolastico non le discipline tradizionalmente intese, ma l’alunno. alcuni riferimenti normativi che costituiscono le principali tappe del cammino verso l’inclusione scolastica in Italia e che, anche a livello terminologico, descrivono proprio il passaggio dal modello dell’integrazione a quello dell’inclusione: introduce la figura dell’insegnante di sostegno; alimenta il principio del diritto all’istruzione, ponendo l’accento sull’integrazione degli alunni e delle alunne con disabilità; Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate. La prospettiva multidimensionale [Scuola Audiofonetica di Mompiano, Scuola Audiofonetica] on Amazon.com.au. Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità. Assistive Technology per utenti con deficit sensoriali e psicofisici 6. Nel cammino che ogni studente/studentessa percorre quotidianamente verso l’affermazione di sé come individuo nel mondo, sono vari gli ostacoli che incontra, che lo/a portano a inciampare, a perdere la voglia di scoprire, di imparare… Molti di loro vedono ingiustizie intorno a sé, altri/e già sperimentano forme d’ansia precoce legate al bisogno di approvazione, di accettazione, al non sentirsi all’altezza delle richieste e delle aspettative che gli adulti (siano essi insegnanti o genitori) hanno nei loro confronti. A partire dagli anni ‘70, anni di profonde trasformazioni e di conquiste in termini di diritti civili e sociali, e nel corso dei decenni successivi, abbiamo avuto modo di osservare iniziative di legislatori e organi decisori finalizzate, L’idea stessa di una scuola inclusiva si forma in ragione della necessità di creare dei luoghi per l’apprendimento che non si limitino a produrre gerarchie più o meno meritocratiche, ma che sappiano. Mancano le risposte aperte. , nella quale si fa esplicito riferimento alla necessità che l’integrazione si realizzi all’interno delle “classi comuni”; Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. Il percorso normativo italiano verso l’inclusione . Norme europee per l’accessibilità dei siti web e la diffusione delle ICT 4. Francesca Pedone. 24, 2b: le persone con disabilità devono poter accedere ad una educazione primaria e secondaria inclusiva, di qualità e gratuita, nelle stesse condizioni delle altre persone e nella comunità in cui vivono. Un'occasione di confronto sui grandi cambiamenti che, ancor più in questo periodo storico, caratteriz 8.8M likes. Passato e futuro dell’inclusione scolastica in Italia, Trento, Erickson. l decreto legislativo recante norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità stabilisce che: ciascun alunno nella situazione personale e scolastica in cui si trova in quel preciso momento. Guida per il docente di sostegno: Dall'integrazione all'inclusione (Italian Edition) eBook: Francesco Magni: Amazon.ca: Kindle Store This site was designed with the .com. dell’inclusione scolastica Prof.ssa Serenella Besio. Sordità e inclusione scolastica. art.7, garanzie per le bambine e i bambini con disabilità (libertà, sicurezza, istruzione adeguata) art. Ecco il calendario di tutti gli open day. Come si fa a formare dei cittadini e delle cittadine liberi/e, solidali, capaci di pensare con la propria testa e, al tempo stesso, comprendere il pensiero dell’altro/a, stare nella mente dell’altro/a? La strada verso l'inclusione scolastica: una rassegna delle principali tappe L'ICF La situazione dell'integrazione in Italia La Legge n. 517/1977 La legge n. 104/1992 Linee guida per l'integrazione scolastica degli alunni con disabilità I DSA I Bisogni Educativi Speciali Il dibattito attuale Tutte le pagine Tutor dell'apprendimento, esperta di didattica inclusiva. La strada verso l'inclusione scolastica: una rassegna delle principali tappe Pagina 1 di 9 La scuola italiana, rispetto a quella degli altri Paesi occidentali, vanta una tradizione d’avanguardia nell'integrazione degli alunni con disabilità. Dall'integrazione all'inclusione: Il nuovo profilo del docente di sostegno (Italian Edition) eBook: Francesco Magni: Amazon.ca: Kindle Store Le principali tappe del percorso italiano verso l'integrazione 1971 Legge 118 Sono ammessi nella scuola dell'obbligo normale gli alunni con disabilità(mutilati ed invalidi civili) tranne in caso di gravi deficienze intellettive o menomazioni fisiche. 3 1.1 Premessa L’entrata in vigore del Decreto Legislativo del 13 aprile 2017, n. 66 (Riforma del Sostegno e dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità) ha profondamente modificato la programmazione delle azioni organizzative e delle strategie didattiche per l’accoglienza di alunni con Le evidence based: l’efficacia della tecnologia 3. La tutela del diritto all'istruzione delle persone con disabilità è al centro dell'attenzione da parte delle istituzioni nazionali ed internazionali ormai da parecchi decenni. Le tappe del processo di autovalutazione e ... INCLUSIONE SCOLASTICA È: • valorizzare in modo equo tutti gli alunni, le loro famiglie e il gruppo docente; • accrescere la partecipazione degli alunni—e ridurre la loro ... • consapevolezza sui temi dell’inclusione rispetto alla Il 6 e 7 ottobre 2017 si tiene a Follonica (Gr) il 6° Convegno biennale “Le storie siamo noi”. Questa legge stabilisce il principio dell'inclusione per tutti gli alunni disabili della scuola elementare e media dai 6 ai 14 anni (imponendo Un percorso complesso, fatto di … Algida. In Italia, da quasi quarant’anni ormai, per tutti gli alunni e per tutte le alunne con Bisogni Educativi Speciali essere a scuola con i compagni è una garanzia. Linee guida per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Panoramica; Fingerprint; Abstract. Docente di sostegno: Assegnato alla classe in base alla presenza di uno o più alunni … IL CONSIGLIO DI CLASSE Per i compiti generali in relazione agli alunni con Bisogni Educativi Speciali il Consiglio di Classe è responsabile nella totalità del processo di inclusione di ciascun alunno, compie perciò tutte le azioni che la favoriscano. 2-3-33-34 e 38, che si riferiscono all'istruzione, al diritto di educazione e avviamento professionale per tutti i ragazzi. Aggiornato al 29/02/2020 Risposte multiple evidenziate del paniere di La Promozione dell'Inclusione Scolastica Nel Caso dei Bes del Master A scuola oggi dell'Università E-Campus. In Italia, a livello scolastico e pedagogico, il concetto di inclusione viene adottato dall’inglese solamente negli anni ’90. Un sentiero da percorrere può essere quello di. Pertanto, le tappe hanno, successivamente attraversato altri step: dall’inserimento all’integrazione e dall’integrazione all’inclusione scolastica. 1976 Legge 360 Consente l'istruzione dei … disposizione in modo coordinato dalla scuola, dagli Enti Locali e dalla ASL. Le competenze trasversali sono sempre più importanti per muoversi nella società attuale, per questo è fondamentale che la scuola le metta al centro …, La Flipped Classroom (letteralmente "Classe Rovesciata") è una metodologia di insegnamento che ribalta il tradizionale ciclo di apprendimento. Per comprendere l’attuale fase nella scuola italiana, occorre partire da un importante chiarimento, integrazione non è sinonimo di inclusione. l’accettazione delle diversità presentate dagli alunni disabili come fonte di arricchimento; l’importanza di prestare attenzione ai bisogni di ciascuno, non solamente quindi alle esigenze degli alunni affetti da particolari disturbi. Con l’adozione dell’ICF, elaborato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2010, si tengono in considerazione tutti i fattori contestuali del processo educativo, sposando quindi un approccio di tipo “ecologico” (ovvero che dà la giusta importanza all’ambiente educativo) come punto di partenza per l’inclusione scolastica. per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento; Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica. • le strategie d’intervento per gli alunni con BES; • la formazione del personale; • l’organizzazione territoriale per l’ottimale realizzazione dell’inclusione scolastica, con particolare riferimento ai Centri Territoriali di Supporto e all’équipe di docenti specializzati, curricolari e di sostegno. scolastica. Il percorso normativo italiano verso l’inclusione . L’attuale assetto di strumenti e pratiche che garantiscono l’inclusione di tutti gli alunni nelle scuole italiane è il frutto di una stratificazione normativa lunga decenni. Integrazione scolastica e pari opportunità sul lavoro sono diritti fondamentali. Oggi …, La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) permette ai docenti di svolgere attività cooperative in cui il gruppo è continuamente chiamato a …, Lun - Ven / 09.30 - 13.30 | 14.30 - 18.30, Le competenze trasversali, cosa sono e come si inseriscono nella scuola di oggi, Alla scoperta della Flipped Classroom, cos'è e come funziona la didattica capovolta, La LIM, uno strumento per una didattica più inclusiva e coinvolgente. *FREE* shipping on eligible orders. Scopri di più. Successivamente, si concretizza il passaggio da un approccio basato sull’integrazione degli alunni con disabilità a un modello di didattica inclusiva orientato al pieno sviluppo formativo di tutto il gruppo classe. L’iter legislativo che ha portato la scuola italiana ad abbandonare l’istruzione Tecnologie per l’integrazione scolastica. La politica dell’Inclusione scolastica in Italia L’Italia è stata tra i primi paesi a scegliere la via dell’integrazione degli alunni con disabilità in scuole e classi regolari.